Test dei terricci di torba ridotti per i ranuncoli Sprinkles

Motivazione

Durante un’altra prova (prova 2014) venne scoperto che l’aggiunta extra di argilla non portava ad una crescita più compatta. In quel periodo non era possibile gestire la crescita influenzando il nutrimento, cosa che invece fu possibile durante questa prova.

Materiale e Metodo

Materiale vegetale

Varietà:
Sprinkles Pink
Sprinkles Red
Sprinkles Violet bicolor
Per ciascun trattamento sono state piantate 48 piante.

Circostanze di coltivazione

La semina è avvenuta nella settimana 33, le piante sono state coltivate secondo il protocollo standard; 10 giorni di imballaggio ermetico al 100% in cella fredda a 5°C (41°F). Dopodiché 7 giorni in una cella scura per germinazione a 13 -14°C (55,4–57,2°F)
Nella settimana 43 le piante selezionate secondo la grandezza sono state piantate in un vaso da 12 cm.
Per ciascuno dei terricci nominati qui sotto è stato delimitato un posto in modo che ogni partita potesse ricevere una propria concimazione/strategia d’acqua. Nella settimana 50 le piante sono state disposte alla distanza finale, ossia 30 al m².
A seconda della crescita della coltura, si è effettuato un trattamento inibitore con Alar 85 200g/100L e poco prima della fioritura con Tilt 5ml/100L.

Terriccio/trattamenti

Trattamento: Descrizione:
1) Controllo CO miscela Standard Schoneveld (Horticoop)
2) HO+KL Standard con 20% di argilla (Horticoop)
3) HO+KL+NK Standard con 20% di argilla (Horticoop), adattare con N:K-1:3
4) GR+NK Greenline, terriccio di torba ridotto (Horticoop),
adattare con N:K=1:3
5) KL+NK Terriccio di torba ridotto (Klasmann), adattare con N:K=1:3
6) BB+NK Terriccio biologico senza torba (Bas van Buuren) adattare con N:K=1:3
7) KN+NK Terriccio senza torba a base di cocco (Van der Knaap),
adattare con N:K=1:3

La composizione dei terricci può essere richiesta presso i rifornitori concernenti.

Misurazioni

Durante la prova sono state prese le seguenti misurazioni:
– Aggiornamento delle strategie di coltivazione.
– Registrazione della qualità della radice.
– Rimedi inibitori, dosaggio e frequenza dell’applicazione.
– Qualità della pianta e uniformità.
– Diametro della pianta a metà della crescita e poco prima dell’inizio della fioritura.
– Velocità e uniformità della fioritura.

Risultati

Strategie di coltivazione

Dopo l’invasatura, per un buon sviluppo della pianta e per prevenire l’ingiallimento delle foglie, tutte le piante sono state concimate con rapporto N:K di 1:1. Nella settimana 1703 si è passati ad un concime N:K di 1:3, questa volta per l’intera partita. In base allo sviluppo della pianta quindi si è scelto di non usare specificatamente per un certo tipo di terriccio un’altra strategia di concimazione. Pertanto, i trattamenti 1, 2 e 3 sono paragonabili tra di loro.

Annaffiatura/strategia di concimazione

Dalla settimana 1644 fino alla settimana 1702 inclusa tutti i trattamenti hanno ricevuto contemporaneamente acqua e concimazione. E’ stato concimato con una EC di 1,8 mS/cm e N:K 1:1.
A partire dalla settimana 1703 è stato concimato con una EC di 2,0 mS/cm e N:K 1:3. Nelle settimane 1709 e 1710 tutti i trattamenti sono stati concimati una volta con del nitrato di calcio.
Il trattamento 4 per 1 volta ha ricevuto più acqua rispetto al trattamento di controllo; i trattamenti 6 e 7 per 2 volte hanno ricevuto meno acqua, quindi meno concimazione, rispetto al trattamento di controllo. Le piante dei trattamenti 6 e 7 crescono visibilmente in modo più compatto rispetto agli altri trattamenti e pertanto consumavano meno acqua. Il trattamento 4 è un substrato che si asciuga più facilmente rispetto agli altri trattamenti.

Trattamenti inibitori

Sulla base dello sviluppo delle piante si è deciso di effettuare nella settimana 1648 il primo trattamento inibitore con Alar 85 (200gr/100L). Nelle settimane 1709 e 1710 si è effettuato un trattamento inibitore soltanto con Tilt (5ml/100L). Nella tabella sottostante si riporta il numero delle volte in cui in ogni trattamento si è fatto uso degli inibitori.

Risultato di radicazione / sviluppo della pianta

Nella settimana 1703 sono stati giudicati il terriccio e la qualità della radice delle piante. Qui sotto se ne riporta una breve descrizione
1) Controllo CO Terra sciolta. Le radici sono presenti soprattutto nel vaso.
2) HO+KL Le radici sono un po’ più grosse e migliori del controllo.
3) HO+KL+NK Completamente paragonabile al 2, ma questi hanno ricevuto anche la stessa strategia di concimazione.
4) GR+NK Radici grosse. La terra dall’alto si presenta asciutta. Questa terra è più asciutta rispetto all’altra.
5) KL+NK Le radici sono buone e ben distribuite nel vaso. Assomiglia al trattamento 4.
6) BB+NK Molte radici, di solito in fondo al vaso. Esse sono più sottili rispetto agli altri trattamenti e meno bianche.
7) KN+NK La terra si spacca facilmente. La radice è ben sviluppata.

Nelle foto della figura 1 viene riportato lo sviluppo della radice nella settimana 1711. I trattamenti 2 e 3 sono paragonabili al trattamento di controllo e pertanto non vengono riportati.

Sulle foto nella figura 2 è riportato lo sviluppo di Sprinkles Violet bicolor nella settimana 1703. Qui sono riscontrabili le differenze di formato della pianta. I trattamenti 2 e 3 sono paragonabili al controllo e pertanto non vengono riportati. Si può vedere chiaramente che i trattamenti 6 (BB+NK) e 7 (KN+NK) sono di colore verde chiaro. Questo è causato dal fatto che queste piante hanno ricevuto meno inibitori delle altre. Tra tutti i colori che sono stati testati Sprinkles riscontra questo effetto.

La figura 3 riporta la coltura in fiore fotografata dall’alto durante la settimana 1712. Nei trattamenti 6 (BB+NK) e 7 (KN+NK) i fiori risultano più grandi rispetto agli altri trattamenti. Anche gli steli sono più lunghi, in entrambi i casi si tratta dell’effetto dell’utilizzo di meno sostanze inibitrici.

Diametro della pianta

Per ciascun trattamento è stato misurato il diametro più grande e più piccolo di 5 piante per ogni colore. Questo è stato effettuato nelle settimane 1703, 1707 e 1711. Sulla base di ciò è stato calcolato il diametro medio della pianta.
Nelle figure 4, 5 e 6 si può vedere il diametro della pianta di rispettivamente Pink, Red e Violet bicolor.
Come si può vedere le differenze nella direzione del diametro alla fine della coltivazione sono minori. Da notare è che, poiché la crescita delle piante è stata inibita fortemente nello stesso periodo, i trattamenti dall’1 fino al 5 riportano una linea curva.
Molto visibile è che i trattamenti 6 (BB+NK) e 7 (KN+NK) crescono il meno possibile successivamente, però, mostrano un recupero. Questo vale per tutti e tre i colori che sono stati testati.

Velocità della fioritura

Dalla settimana 1711 (giorno 0) la velocità della fioritura è stata determinata contando una quantità di piante in cui la gemma principale è completamente aperta. Nelle figure 7, 8 e 9 si può vedere la velocità di crescita di rispettivamente Pink, Red e Violet bicolor. Riguardo alla velocità di fioritura nella varietà Pink le terre standard di Horticoop, con o senza argilla (1,2 e 3), sono precoci rispetto alle altre. In generale è stato constatato che i terreni 6 (BB+NK) e 7 (KN+NK) sono i più lenti a fiorire. Anche se questi sono stati trattati con meno inibitori possono comunque arrivare ad un ritardo di una settimana. Inoltre, le piante di questi 2 trattamenti sono meno piene rispetto alle piante degli altri trattamenti.

Conclusioni

1) Anche questa prova ha dimostrato che l’aggiunta del 20% di argilla non assicura una crescita più compatta delle piante.
2) I terricci n. 4, 6 e 7 hanno portato alle piante più compatte.
3) Le piante coltivate nei terricci 6 e 7 fioriscono in ritardo rispetto agli altri trattamenti, queste piante si presentavano un po’ meno piene.

Questa prova ha dimostrato che la compattezza del ranuncolo si può influenzare in base alla scelta del substrato. Ogni terriccio richiede un suo tipo di annaffiatura e strategia di concimazione.

Download Primula e Ranunculus Catalogo!

Share Button

Categoria: